Monthly Archives: dicembre 2015

Il volantinaggio serve ancora per fare marketing? o è destinato a scomparire?

distribuzione volantini

Negli anni delle newsletter e dei social network parrebbe ovvio definire il volantinaggio come una pratica di marketing arcaica e destinata all’estinzione; ma allora perchè ancora oggi le cassette postali strabordano di carte e cartacce pubblicitarie?

La mia “analisi” molto rapidamente mi ha portato ad alcune conclusioni, che in realtà riabilitano il ruolo del “volantino porta a porta” come strategico nel panorama del marketing di alcuni tipi di aziende, anche al giorno d’oggi.

Ci sono diverse considerazioni, eccone alcune:

– Esistono ancora percentuali importanti di utenti non digitalizzati o superficialmente digitalizzati, per i quali il volantino ha un’utilità ben precisa. Si pensi agli anziani, o post sessantenni (anche dotati di internet) che passano ore a sfogliare le offerte dei supermercati nei dintorni, al fine di risparmiare sugli acquisti.

– I Cataloghi cartacei di prodotti per gli utenti finali o professionisti possono portare a conversioni in quanto probabilmente verranno letti, al contrario dei propri “cugini” digitali, magari spammati via mail e finiti direttamente nella cartella dell’antivirus. Ad esempio: mi risulta molto comodo il catalogo di una nota ditta di articoli per ufficio. Lo leggo spesso, nonostante io sia iper-digitalizzato.

– Aperture di negozi/attività in città: se ti apre la pizzeria a due isolati, e a te piace la pizza (a chi non piace la pizza? ) sicuramente darai uno sguardo al volantino, magari annotandoti mentalmente il nome o la via del locale, ergo il volantino avrà fatto il suo lavoro 😉

Ovviamente ci sono altre casistiche nelle quali il door to door risulta ancora la scelta (o una delle scelte) migliore per fare pubblicità, e l’analisi qui esposta è sicuramente superficiale, ma sono convinto che la distribuzione di volantini avrà sempre la sua “nicchia” di utilità in un mercato sempre più dominato dal marketing online.